FONTE DELL'ORTO logo

RADICCHIO LUSIA


radicchio luisa

radicchio variegato di Lusia (Cichorium intybus L.) è un’erbacea biennale a ciclo di coltivazione annuale, appartenente alla famiglia delle Asteraceae.

È interessante sapere che il radicchio è una cicoria. Con il termine “radicchio” si identificano quelle cicorie con foglie rosse, più o meno variegate.

Il variegato di Lusia è stato selezionato dal radicchio di Treviso precoce per fini commerciali.

Varietà che vegeta in autunno, è piuttosto sensibile ai freddi invernali. Come tutti i radicchi, è necessario prestare attenzione al periodo di semina e assicurare costanti apporti idrici.

Le foglie sono rotonde, hanno una conformazione “a coppa” e possiedono colorazione verde chiara con variegature rosse, non omogenee, a volte poco appariscenti. Il cespo è sferico, le foglie esterne sono aperte mentre quelle più interne si chiudono compatte verso il centro.

Il radicchio variegato di Lusia, dal gusto amarognolo, trova largo utilizzo crudo nelle insalate.

RADICCHIO DI CHIOGGIA

radicchio di chioggia

radicchio di Chioggia (chiamato in dialettochioggiotto "radicio de Ciosa") è una particolare specie di radicchio, appartenente al gruppo delle cicorie, molto famoso anche a livello nazionale, per le sue proprietà e per il suo buon gusto.

Il radicchio chioggiotto, a differenza di quello trevigiano, ha una forma rotonda, che richiama proprio la rosa; da qui rosa di Chioggia.

Specificamente, la rosa di Chioggia ha proprietà diuretiche e digestive.

In quanto vegetale, il radicchio è composto d'acqua, con bassi livelli calorici, notevole contenuto proteico riferito alla parte secca e alto tasso di potassio, fosforo e calcio.

Possiede quindi un basso contenuto calorico (circa 12 Kcal per 100 grammi di prodotto), ma in compenso è ricco di fibre, di vitamine e di sali minerali, ed è per questo sicuramente adatto a tutte le diete.

RADICCHIO ROSSO PRECOCE E TARDIVO

radicchio rosso precoce

Il Radicchio Rosso è una varietà di cicoria, è caratterizzato da un colore rosso scuro intenso, da striature bianche, da una consistenza croccante e da un inconfondibile gusto delicatamente amarognolo.

Si presenta in due varianti: precoce o tardivo. Il Radicchio Rosso Precoce, meno pregiato, ha foglia più larga e sapore più amaro. Viene coltivato in campo aperto e dopo l'estate, i cespi vengono legati per proseguire la maturazione e l'imbianchimento forzato. Segue quindi, la raccolta e la toelettatura prima della commercializzazione.

Il Radicchio RossoTardivo è invece assai più pregiato, in ragione della complessità del processo di produzione. Si presenta con foglie lunghe e affusolate, con una costa centrale bianca e foglie di un colore rosso-violaceo intenso. Secondo il disciplinare di produzione la raccolta dal campo aperto può iniziare solo dopo che le piante abbiano subito due brinate. Una volta raccolto (ancora con il suo fittone o radice) viene legato in mazzi e posto con il fittone immerso in vasche di acqua di falda a temperatura costante (12-15 gradi) per la fase di imbianchimento. La temperatura mite dell'acqua favorisce la ripresa del processo vegetazionale, ma l'assenza di luce impedisce alla pianta di produrre clorofilla: da qui il colore tipico e l'ammorbidimento delle note amare della cicoria. Dopo un periodo di forzatura in acqua, che varia dai venti ai quindici giorni, il Radicchio Rosso tardivo è pronto per la toelettatura finale.

ROSA DI GORIZIA

rosa di gorizia

La Rosa di Gorizia è una varietà di cicoria caratterizzata da un colore rosso intenso o da un rosso con sfumature che portano al rosa a seconda del tipo di selezione effettuata. Le foglie sono larghe e disposte a forma di rosa aperta. Il sapore è solo leggermente amarognolo, a differenza dei radicchi veneti (radicchio di Castelfranco, di Chioggia, di Treviso, di Verona), e al palato risulta croccante. La varietà della Rosa di Gorizia dal gusto più delicato è detta “Canarino” ed è ottenuta probabilmente da un incrocio con la cicoria bionda di Trieste[senza fonte]. Il Canarino è dotato di un fogliame di colore giallo e un gusto ancora più dolce.

PAN DI ZUCCHERO

pan di zucchero

La Cicoria Pan di Zucchero (Cicaorium Intybus var. Foliosum), appartenente alla famiglia delle Asteraceae; si presenta con fogliame ampio e tenero, a forma di cespo involucrante che si raccoglie a pieno accrescimento, con peso per cespo di circa 500 g, con una altezza di circa 30-35 cm, con forma cilindrica, con foglie di colore verde e costa bianca. A completa maturazione, tutto il cespo imbianca. Il prodotto è tendenzialmente una coltura autunnale con semine e/o trapianto nell’estate (luglio/agosto).
La raccolta avviene da ottobre a dicembre, successivamente, il prodotto viene conservato. Tuttavia, negli ultimi anni, ci sono coltivazioni primaverili con semine o trapianti a marzo/aprile e raccolte a maggio/giugno.

RADICCHIO DI CASTELFRANCO

radicchio di castelfranco

Radicchio Variegato di Castelfranco (IGP) è un prodotto ortofrutticolo italiano a  Indicazione geografica protetta dal 1996. Le foglie hanno un colore bianco crema con   variegature che vanno dal rosso al viola chiaro. Viene prodotto in 25 comuni in provincia di Treviso, 19 in provincia di Padova e 8 in provincia di Venezia.Il radicchio di Castelfranco nasce nel 1800 da un incrocio del radicchio rosso di  

Treviso e l'indivia scarola.

Share by: